Primo e terzo premio nel concorso “ PRENDI IN MANO LA TUA VITA E FANNE UN CAPOLAVORO”

Venerdì 10 maggio presso l'Opera Salesiana Sacro Cuore, via del Bosco Catania, si è svolta la premiazione del Concorso Artistico, Letterario e Multimediale “Prendi in mano la tua vita e fanne un capolavoro”.
Grande successo ha ottenuto il nostro Istituto conseguendo il primo ed il terzo premio per la sezione letteraria attribuiti rispettivamente a Kevin Coci della classe V/E autore del racconto “ “Il sole tramonta, ma torna”, e Giulia Samperi della classe III/E che ha scritto “Il colore della vita”. Attestati di merito sono stati assegnati anche a Claudia Cosentino ed Elisa Marletta della classe II/E e a Giulia Abate della classe III/E.


La competizione, rivolta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado in occasione del 70° anniversario della “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani” ed organizzata dal CAV - Centro Aiuto alla Vita,- presieduto dall’ avv. Rosa Maria Acunto e coordinato dal sacerdote Gaetano Urso-, ha inteso sollecitare i giovani ad una riflessione sulla molteplicità dei significati racchiusi nel riconoscimento del diritto alla vita così come affermato con forza dall’art. 3 della Dichiarazione e ribadito ancora dagli artt. 1-2 che stabiliscono, come principio fondamentale, che “tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti”.
Proprio perché il diritto alla vita, nonostante il suo riconoscimento universale, è ancora ampiamente e frequentemente offeso, vilipeso e negato in varie forme, il concorso h voluto invitare ciascun giovane a riflettere sul bene dell’esistenza umana e su come intenda realizzare le sue personali aspirazioni al fine di fare della propria essenza un vero capolavoro.
L’iniziativa ha spinto, così, i giovani partecipanti ad intravedere nel rispetto dei diritti umani una via per ritrovare frammenti di dignità, uguaglianza, libertà e a condividere anche le proprie fragilità quotidiane nella consapevolezza che ognuno è custode del dono inestimabile della vita e che solo la adesione a intenti e propositi comuni porta alla realizzazione di una società pacifica e fraterna.

Prof.ssa Gaetana Scalisi