Concorso Artistico letterario “Mompileri 350° anniversario dall’eruzione del 1669. Tra parole ed immagini”

Gli studenti del “De Nicola” vincono in quasi tutte le sezioni del Concorso
Artistico letterario “Mompileri 350° anniversario dall’eruzione del 1669. Tra parole ed immagini”.

Una vastissima platea, composta da centinaia di studenti, docenti e genitori, ha assistito alla premiazione dei vincitori del Concorso Artistico letterario di Mompileri nel 350° anniversario dall’eruzione del 1669 Ha presentato la manifestazione, svoltasi nella Nuova Aula Liturgica del Santuario della Madonna della Sciara, la giornalista Valeria Maglie che con particolare verve ha reso allegra e festosa la mattinata. Momenti musicali e di intrattenimento, condotti sapientemente e con maestria dall’Aedo dell’Etna, Alfio Patti e dall’attore Carmelo Caccamo, si sono intercalati con la premiazione rendendo, con i richiami alla lingua siciliana, la manifestazione carica di significato culturale. Numerosi  premi e  riconoscimenti  sono stati attribuiti agli studenti dell’I.I.S.”De Nicola”.

Per la categoria RACCONTO, ha ottenuto il 1° posto Sonia Scuderi di V/Et con “L’irruenza del gigante buono”, il 2° posto è andato al racconto ”Dalla memoria la rinascita” scritto da tre allieve della IV E: Marianna Calvagno, Giorgia Papotto e Erika Pellegrino. Il racconto ”Sulle tracce del tempo”  di Francesca Caruso della classe V/E ha ottenuto la menzione d’onore. Per la categoria poesia in dialetto, ha conseguito il  posto “L’ultimu rigalu di l’annu” elaborata da quattro studentesse di III/Et, La Rosa Matilde, Spina Giordana, Nicotra Roberta, Scuderi Giusy. Per la categoria Fotografia, la foto dal titolo” Lapide in un muro di campagna”di Sara Scarpignato della  III A cat ha ottenuto il 2° osto. Ha conseguito la menzione d’onore la foto dal titolo ”Dalle radici della vecchia chiesa all’altezza della croce”di Federica Costarelli. Tutti i componenti della giuria hanno messo in evidenza come i giovani hanno “saputo interpretare , con sensibilità e talento, un sentimento di Speranza e di Rinascita”, ma hanno sottolineato la  difficoltà nel selezionare i vincitori, perché hanno constatato il lavoro, la creatività, la passione e la voglia di mettersi in gioco da parte di tutti i concorrenti .

 Prof.sse Rosaria Garozzo – Gaetana Scalisi