Mastro Don Gesualdo, un'opera senza tempo

Lunedì 4 novembre le classi quinte dell'Istituto Enrico De Nicola di San Giovanni La Punta hanno assistito, presso il teatro ABC di Catania, al nuovo allestimento del Mastro Don Gesualdo di Giovanni Verga, affidato alla regia di Guglielmo Ferro. Il poliedrico Enrico Guarneri ha interpretato con grande vis drammatica il ruolo di Gesualdo Motta, muratore arricchito (per questo soprannominato Mastro), che sposa una nobildonna, guadagnandosi così l'appellativo di Don.

Mastro Don Gesualdo è un classico della letteratura italiana estremamente attuale, dove il calcolo egoistico e la logica dell’utile hanno la meglio sui valori umani: Gesualdo morirà solo e odiato da tutti, sconfitto negli affetti, a cui egli aveva volontariamente rinunciato. Sebbene l'opera rappresenti la decadenza dell'aristocrazia e l’ascesa della borghesia del tempo (l'opera fu pubblicata nel 1889), può trovare riscontro nella nostra stessa società, votata all'individualismo e al materialismo, dove gli affetti e i sentimenti sono spesso sacrificati in nome di ideali sempre meno nobili, così come notato anche dal giovane pubblico dei nostri alunni. Questi ultimi, infatti, hanno assistito alla trasposizione teatrale con grande serietà, mostrando attenzione e particolare interesse per le vicende del protagonista.


Prof. A. Pontillo