Caravaggio. L'urlo e la luce

Fino al 26 gennaio 2020, nei locali dell'I.I.S. “E. De Nicola” di San Giovanni La Punta, è possibile visitare la mostra “Caravaggio. L'urlo e la luce” che racconta il percorso creativo del pittore lombardo Michelangelo Merisi da Caravaggio attraverso la riproduzione a grandi dimensioni e ad alta definizione digitale di 31 opere, divise in cinque capitoli.
Dopo la prima sezione, dal titolo “Le pitture etichae” (o comiche), si entra nella seconda, “L’urlo”: i quadri proposti mostrano fortissimi contrasti, sia nelle azioni (occhi sbarrati, teste mozzate) che nei colori (rossonero, bianco-nero, bianco-rosso, vita-morte).
Nei dipinti delle altre tre sezioni – “La Madre e il Bambino”, “Il Redentore”, “I testimoni” – entra invece, quasi con prepotenza, la luce: luce pittorica, assoluta novità del suo genio, e luce di Grazia, capace di risollevare l’uomo dal baratro disastrato della sua umanità.

Il visitatore è invitato a immedesimarsi in ciascuna scena e a diventarne partecipe, perché in essa si mostra e accade il dramma dell'esistenza umana: l'urlo, ossia la problematicità del reale in cui tutto per natura precipiterebbe tragicamente nel nulla se non irrompesse la luce della Grazia a chiamare, convocare e, ultimamente, salvare.
In occasione degli OPEN DAY del 10/23/30 gennaio ci sarà la visita guidata riservata agli studenti delle scuole medie e ai loro genitori.
La mostra rimarrà aperta dal lunedì al venerdì ore 9/13 – 16/19;

ingresso gratuito e su prenotazione (chiamare la prof.ssa Cinzia Vasile 3460823117).

Lazzaro Napolitano e Cinzia Vasile