Le parole sono finestre oppure muri

Il 2 ottobre di ogni anno, memoria della nascita di Gandhi, si celebra la Giornata Internazionale della nonviolenza, indetta dall'ONU nel 2007 al fine di divulgare il messaggio del Mahatma e favorire la diffusione di una cultura di pace, tolleranza, comprensione e nonviolenza. Gli studenti del nostro Istituto, sollecitati dai docenti di religione, hanno soffermato la loro attenzione su una frase dello psicologo Rosenberg, ideatore della comunicazione nonviolenta: "Le parole sono finestre oppure muri".

Hanno quindi riflettuto su quali parole e quali frasi percepiscono come "muri" relazionali per poi operare una trasformazione in parole "finestra", quelle cioè che favoriscono l'incontro con l'altro e il superamento dei conflitti. Un esercizio quindi finalizzato ad abbandonare pensieri, parole, linguaggi ostili per incoraggiare l'assunzione di una comunicazione empatica e nonviolenta. Il frutto del lavoro è stato infine sintetizzato in un cartellone affisso nella bacheca degli studenti dove ciascuno ha potuto esprimersi liberamente.
Pros.ssa Cinzia Vasile